MENU

Scuola, Azzolina contro il Piemonte: «Febbre misurata in classe? Potremmo impugnare il decreto»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Scuola, Azzolina contro il Piemonte: «Febbre misurata in classe? Potremmo impugnare il decreto»

«Potremmo impugnare il decreto della Regione Piemonte» che impone alle scuole di verificare la temperatura degli studenti. L’ha detto la ministra Lucia Azzolina oggi in visita a una scuola di Biella, dopo le prese di posizioni del governatore piemontese Alberto Cirio. Anche se la responsabilità della rilevazione della temperatura degli studenti è stata affidata dal Governo alle singole famiglie, secondo l’ordinanza firmata da Cirio, in Piemonte le scuole avranno l’obbligo di verificarle. di verificarlo. A disporlo l’ordinanza firmata dal presidente della Regione che regolamenta questo aspetto in vista della partenza dell’anno scolastico il 14 settembre.

«Il ministero ha detto che le temperature vanno prese a casa perché non è giusto che studenti contagiati utilizzino i mezzi di trasporto per arrivare a scuola. - ha spiegato la ministra - E non si può a 4 giorni dall'apertura cambiare le regole del gioco. E' una questione di rispetto per le famiglie e per i dirigenti scolastici. Non escludiamo la possibilità di aprire un contenzioso con la Regione Piemonte e impugnare il decreto del presidente Cirio». 

 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl