MENU

Alluvione  in Val Tanaro: «Non spegnete i riflettori sulle sofferenze della nostra gente»

Il vescovo di Mondovì, monsignor Miragoli, visita i paesi colpiti e prega al cimitero di Trappa, spazzato dalla furia delle acque

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Alluvione  in Val Tanaro: «Non spegnete i riflettori sulle sofferenze della nostra gente»

Il vescovo di Mondovì, Mons. Egidio Miragoli, nella giornata di domenica 4 ottobre si è recato in Val Tanaro sui luoghi colpiti dall’alluvione, in particolare a Garessio, alla frazione Trappa e a Ceva, esprimendo la vicinanza e la solidarietà della Diocesi. Ha incontrato i sacerdoti don Aldo Mattei e don Franco Bernelli e i rispettivi Sindaci, Ferruccio Fazio e Vincenzo Bezzone.

“Il Vescovo auspica che la compostezza della nostra gente nel vivere questo evento, insieme con la poca notorietà dei luoghi rispetto ad altri ugualmente colpiti, non abbia a spegnere i riflettori e il fattivo interesse delle Istituzioni, in primis del Governo. In caso contrario il territorio, così fragile e a rischio, verrebbe ulteriormente privato di investimenti produttivi e/o abitativi. Sarebbe una sciagura nella sciagura!

Questa alluvione segue di pochi anni un evento analogo negli stessi luoghi, colpendo le stesse comunità. È tempo ormai di un’azione urgente e unitaria dei Sindaci e delle Istituzioni locali sia nella progettazione della messa in sicurezza complessiva del territorio sia nell’esprimere, con una sola voce e forte, le esigenze di tutti presso le Autorità competenti. Vogliamo considerare come un buon auspicio anche la visita immediata dei rappresentanti delle Istituzione regionali e provinciali.

Fortunatamente in questa circostanza non vi sono vittime sul nostro territorio. Per numerose famiglie, tuttavia, a seguito del travolgimento del cimitero di Trappa e della dispersione di decine e decine di salme, si è riaperta la dolorosa ferita per la perdita dei propri cari. Siamo loro vicini con la preghiera.

Infine un pensiero riconoscente e grato va a tutti coloro che si stanno prodigando per un aiuto che riporti alla normalità”.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl