MENU

Nuova ordinanza in Piemonte: mix di didattica a distanza e in presenza per le scuole superiori dalla seconda alla quinta – Centri commerciali: chiusi nel fine settimana i non alimentari

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Covid scuola, nuove misure per i casi positivi: le regole per studenti, familiari e compagni di classe

Nuove restrizioni decise dal Piemonte in chiave antic-covid. Riguardano la scuola ed il commercio e sono state annunciate in diretta alla trasmissione “Tagadà” di La7: diventeranno ordinanza in serata.

Capitolo scuola: da lunedì 26 ottobre al 13 novembre decisa la didattica a distanza dal secondo al quinto anno di tutte le scuole superiori alternata con la didattica in presenza ed ogni istituto deciderà le modalità. Didattica tutta con insegnanti in classe per le altre scuole di ogni ordine e grado.

Il secondo fronte è quello del commercio e prevede la chiusura di tutti i grandi centri commerciali nella parte non alimentare nei fine settimana, provvedimento necessario per evitare grandi assembramenti. In Piemonte sono già chiusi (ordinanza regionale di venerdì) tutte le attività dalla mezzanotte. Cirio: «Nel nostro contesto epidemiologico abbiamo messo rigore – ha detto Cirio -. Questa sera incontreremo sindaci e presidente di Provincia per avere misure più mirate. Far pagare a tutti è sbagliato, ma intervenire in maniera chirurgica là dove ci sia il problema è corretto». Ogni città stabilirà quali sono piazze e strade del centro urbano in cui restringere l’accesso. Il provvedimento è molto delicato perchè si deve considerare la necessità di voler tenere in vita gli esercizi commerciali di quelle aree e la presenza dei residenti.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl