MENU

Covid, il Piemonte è la seconda regione più colpita dopo la Lombardia
La Regione: «Operativi da lunedì con i test antigenici rapidi»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Covid, il Piemonte è la seconda regione più colpita dopo la LombardiaLa Regione: «Operativi da lunedì con i test antigenici rapidi»

Con quasi 1.800 nuovi contagiati, il Piemonte è la seconda regione più colpita dal Coronavirus dopo la Lombardia. L'impennata dell'epidemia coincide però con il maggior numero di tamponi mai effettuati, quasi 1.400. E intanto la Regione contrattacca il virus con un milione di test rapidi, mentre sullo sfondo continua a tenere banco la polemica politica tra maggioranza e opposizione sulla gestione dell'emergenza, con il Movimento 5 Stelle che ha depositato in Consiglio regionale una mozione di sfiducia nei confronti dell'assessore alla Sanità, Luigi Genesio Icardi.
    "Il Piemonte sarà operativo da lunedì con i test antigenici rapidi. Ne abbiamo comprati un milione, e sono già in consegna: 600 mila sono stati acquistati dal Dirmei e 400 mila sono andati alle aziende sanitarie. Il completamento della gara ne prevede un ulteriore milione e 400 mila, che sono già stati ordinati", annuncia il governatore Alberto Cirio. "Li usiamo - spiega - per testare tutte le Rsa del Piemonte ogni 15 giorni da qui alla fine di gennaio, nelle scuole, sul personale sanitario della regione, negli ospedali e nei pronto soccorso, negli uffici sensibili come quelli giudiziari", e su 20 mila appartenenti alle forze dell'ordine.

Protestano i centri commerciali, chiusi nel fine settimana. A rischio - dicono - l'occupazione di migliaia di lavoratori. Lo stop riguarda tutti i beni cosiddetti non necessari, esclusi quindi gli alimentari e le farmacie. Il governatore Cirio ha precisato oggi che, in vista della festa di Ognissanti, fanno eccezione anche i fiorai.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl