MENU

Mondovì: muore a 56 anni per covid, lutto nella comunità dell’Altipiano

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Mondovì: muore a 56 anni per covid, lutto nella comunità dell’Altipiano

MONDOVÌ – La comunità del quartiere Altipiano legata alla parrocchia del Sacro Cuore è in lutto. Gianni Donadio, assiduo frequentatore ed animatore della parrocchia è morto all’ospedale di Saluzzo, dove era stato ricoverato il 7 ottobre dopo aver contratto il coronavirus. Aveva 56 anni, era dipendente della Imr di Mondovì, ma era soprattutto conosciuto per la sua attività all’interno delle organizzazioni religiose (Rinnovamento nello spirito) insieme alla moglie Emilia Castellano, insegnante. «Sono addolorato – dice il parroco dell’Altipiano don Beppe Viglione -. Gianni era diventato un punto di riferimento della nostra comunità. Sempre disponibile, era il primo ad accorrere quando c’era bisogno di dare una mano ed era anche abile nei piccoli lavori di manutenzione. Oltre a dirigere il coro degli adulti, insegnava anche ai bambini ed era ricambiato da un grande affetto». Donadio suonava anche le tastiere nella grande chiesa di piazza Monteregale.

Dopo la permanenza nel reparto covid dell’ospedale saluzzese, le sue condizioni si sono aggravate ed era stato trasferito, una settimana fa, in terapia intensiva, poi il decesso. Originario di Montalbano Jonico, in provincia di Matera, abitava da circa 30 anni a Mondovì.

I funerali si svolgeranno sabato alle 15,30 al Sacro Cuore, il rosario venerdì alle 20,30 nella stessa chiesa.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl