MENU

Mondovì: dai belgi agli americani, Solvay cede l’azienda di materie plastiche alla Composites

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Mondovì: dai belgi agli americani, Solvay cede l’azienda di materie plastiche alla Composites

Nella foto, lo stabilimento di via Vigevano, a Mondovì

MONDOVÌ - «Si tratta di un rafforzamento dell’azienda, perchè chi l’acquisirà considera la nostra produzione vero core business». Così Pietro Iodice, direttore dello stabilimento Solvay di Mondovì, in via Vigevano. Produce materiale plastico (film) e mercoledì ha firmato l’accordo che, di fatto, cede la proprietà alla Composites One LLC, sede in Illinois, Stati Uniti d’America. Tecnicamente siamo ala fase di “trattative in esclusiva per la vendita dell’attività”, perchè si deve finalizzare l’operazione, ma già dipendenti e sindacati avrebbero approvato l’operazione. «La transazione proposta offrirà valore ai nostri azionisti e permetterà a Solvay di continuare a concentrarsi sul proprio portafoglio di tecnologie per i compositi - ha detto Carmelo Lo Faro, Presidente della Global Business Unit Solvay Composite Materials -. I dipendenti e i clienti di Process Materials  trarranno grande beneficio dal fatto che l’azienda entrerà a far parte della solida e ben conosciuta infrastruttura di distribuzione di Composites One. L'intento è di far crescere l’attività e di investire in essa, promuovendo innovazione, affidabilità e servizio al cliente e basandosi sull'eccellente lavoro che i nostri colleghi hanno svolto finora».

Lo stabilimento di Mondovì non parlerà più belga, ma americano, e il consolidamento industriale (che riguarda per Solvay altri siti in Francia, Inghilterra e Stati Uniti, riguarda, nella città del Belvedere, 94 addetti, più altri 30 in outsourcing. Una realtà importante che vedrà a realizzazione del passaggio entro il primo trimestre del 2021. «Il nucleo di managment dell’azienda di Mondovì – conclude Iodice – manterrà la sua attuale identità ed autonomia. I livelli occupazionali? Anche se in questa epoca fare previsioni è difficile, non mi aspetto ci sia intenzione di riorganizzare o ridurre i livelli. Anzi, tutt’altro. L’obiettivo è sviluppare il business. La società non sarà inglobata, ma sarà creato un gruppo separato, come azienda saremo indipendenti».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl