MENU

INTERVISTA a Maurizio Arduino, psicoterapeuta: «La scuola online? La qualità dipende dagli insegnanti»

«La pandemia distanzia i giovani, ma hanno più capacità di adattamento dei “grandi”»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
«La pandemia distanzia i giovani e li distanzia, ma hanno più capacità di adattamento dei “grandi”»

Nella foto, Maurizio Arduino

Il monregalese Giuseppe Maurizio Arduino (Torino 1961), psicologo e psicoterapeuta, è responsabile del Centro Autismo e Sindrome di Asperger (C.A.S.A.) di Mondovì. Ha fatto parte del Tavolo nazionale autismo presso il Ministero della Salute ed è docente in corsi di formazione e master presso diverse università italiane. È condirettore della rivista «Autismo e disturbi dello sviluppo». Nel 2014 ha pubblicato per Einaudi Stile Libero Il bambino che parlava con la luce. Quattro storie di autismo.

A lui chiediamo gli effetti del lockdown, della scuola online, delle restrizioni nelle fasce più giovani della popolazione.

I dati della ricerca fatta dall’Istituto Toniolo, sebbene relativi ad anni scorsi, tra i soggetti istituzionali verso i quali i giovani, hanno più fiducia c’è la scuola. Il periodo covid conferma o smentisce il dato secondo la sua recente esperienza?

Il dato relativo al 2016, disponibile anche su Internet indica una percentuale del 40% di giovani che esprimono fiducia nella scuola e nell'università a fronte, per esempio, di poco più del 10% nei confronti dei partiti politici. Nell'ultimo rapporto dell' (...)

EDIZIONE DI MERCOLEDì 11 NOVEMBRE 2020

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl