MENU

Dpcm quasi pronto, no agli spostamenti tra Regioni, riapertura dei centri commerciali nel fine settimana e non ci saranno deroghe per il coprifuoco - Ecco da quando

Natale e Capodanno, come sarà tra nuovo Dpcm e regole che scatteranno nei primi giorni di dicembre

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Natale e Capodanno, come sarà tra nuovo Dpcm e regole che scatteranno nei primi giorni di dicembre

Le conferme al nuovo Dpcm sono arrivate tra sabato e domenica e parlano ancora di rigore. Si guarda ai giorni di Natale e di fine anno, con ipotesi che saranno confermate nel nuovo decreto per il contenimento dei contagi da Covid-19 e che sarà in vigore dal 4 dicembre e la restrizione dovrebbe partire il 18 o 19 dicembre.

SPOSTAMENTI

Per raggiungere i propri parenti si potrà muovere solo chi ha la residenza in quell'abitazione oppure rientra nel proprio domicilio. Prima del blocco, invece, ci si potrà spostare nella seconda casa che si trova in fascia gialla. Obbligo di quarantena, invece, per chi rientra dall'estero. 

La giornata chiave per questa nuova restrizione in vista delle festività natalizie sarà martedì 1 dicembre quando è previsto un confronto tra il Governo e i presidenti delle Regioni che premono, invece, per la libertà di spostamenti.

CHI PUO’ TORNARE A CASA – Potranno tornare dai parenti soltanto quelle persone che hanno la residenza in quella determinata abitazione o che possono rientrare al proprio domicilio.

SECONDE CASE – Si potranno raggiungere le case di villeggiatura solo se si trovano in una zona gialla e si è residenti. Chi vuole muoversi verso le secondo case potrà farlo prima del blocco previsto per il 18 o 19 dicembre.

CENTRI COMMERCIALI E RISTORANTI 

I negozi probabilmente potranno restare aperti fino alle 21. Appare scontata, invece, la riapertura dei centri commerciali nel fine settimana. Per quanto riguarda il coprifuoco non dovrebbero esserci deroghe. Sia a Natale che a Capodanno scatterà alle 22 e terminerà alle 6 del mattino. Notizie negative, invece, per i gestori dei ristoranti. Quelli in fascia gialla rimarranno chiusi dalle 18 mentre in fascia arancione, come il Piemonte, vige la sospensione dell'attività per tutta la giornata. Nelle abitazioni private, invece, non possono essere imposti particolari divieti. Il governo, però, valuta l'inserimento di una raccomandazione sul numero di persone da invitare. 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl