MENU

Pronta la “cornice” del nuovo Dpcm per Natale e fine anno blindati: confini delle Regioni chiusi e il 25 e 26 anche quelli dei Comuni. Chiusi anche gli impianti sciistici. Nodi ancora in discussione: alberghi di montagna aperti con i pasti in camera e visite ai nonni

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Pronta la “cornice” del nuovo Dpcm per Natale e fine anno blindati: confini delle Regioni chiusi e il 25 e 26 anche quelli dei Comuni. Chiusi anche gli impianti sciistici chiusi. Nodi ancora in discus

L'edizione 2017 della "Babbo Run" a Mondovì, tre anni prima della pandemia che rende impossibile eventi come questo

Passa la linea dura del Governo nella “cornice” del prossimo decreto del consiglio dei ministri: Natale e Capodanno "blindati" dentro i confini comunali e, dal 21 dicembre al 6 gennaio, blocco degli spostamenti tra le Regioni e divieto di raggiungere le seconde case. Nella notte le decisioni sul decreto legge Covid che conferma la stretta del governo sulle festività, per fare scudo a una possibile terza ondata. Manca ancora la firma sul decreto, ma la sostanza c’è. Il governo dovrebbe inviare ai governatori il nuovo dpcm che il premier Giuseppe Conte firmerà in serata (giovedì)  e sarà in vigore dal 4 dicembre. Il nuovo provvedimento è accompagnato da un decreto legge che ne allunga la durata da trenta a cinquanta giorni. . E' confermato il sistema in tre fasce. Con coprifuoco in tutta Italia alle 22 e ristoranti chiusi anche in zona gialla alle 18. Poi nei venti giorni tra Natale e l'Epifania nessun ammorbidimento: anzi, i blocchi cresceranno, le misure si faranno ovunque più rigide.

SCUOLA

In Consiglio dei ministri, non senza discussioni, si decide di confermare, con il prossimo dpcm lo stop alle lezioni in presenza alle superiori fino al 7 gennaio, quando dovrebbero tornare in classe tutti gli studenti. 

NODO ANCORA APERTO: VISITE AGLI ANZIANI

Si potrà far visita ai nonni? E’ un punto fortemente in discussione. C’è, infatti, molta fibrillazione sul tema dei ricongiungimenti familiari (ci sarà una deroga per chi va a trovare i genitori soli in casa)

ZONE COLORATE, COPRIFUOCO E RISTORANTI

E' confermato il sistema in tre fasce. Con coprifuoco in tutta Italia alle 22 e ristoranti chiusi in zona gialla alle 18, consentito l’asporto. Poi nei venti giorni tra Natale e l'Epifania nessun ammorbidimento: anzi, i blocchi cresceranno, le misure si faranno ovunque più rigide. Divieto di circolazione dopo le 22 e fino alle 5 del mattino successivo se non per motivi di necessità, lavoro o salute. Il limite varrà anche per Natale, Santo Stefano e a Capodanno. Per questo motivo le messe della vigilia dovranno essere anticipate per permettere ai fedeli di ritornare a casa allo scoccare del coprifuoco.

SPOSTAMENTI

E' la novità che potrebbe arrivare tra le restrizioni previste: il 25 e 26 dicembre e il 1 gennaio potrebbe essere proibito spostarsi dal Comune nel quale ci si trova, che sia quello di residenza, domicilio o meno. Di certo dal 21 dicembre non ci si potrà spostare tra Regioni (neppure tra le gialle) e province autonome se non per lavoro, salute e "situazioni di necessità", oltre che per tornare nella propria residenza, domicilio o abitazione.

IMPIANTI SCI CHIUSI MA HOTEL APERTI

E’ uno dei punti fermi a poche ore dalla definizione del Dpcm: gli impianti di risalita restano chiusi per il rischio assembramenti. Aperti invece gli alberghi di montagna dove sarà possibile fare il cenone (e pranzi e cene in genere), ma in camera.

RISTORANTI APERTI?

Altro nodo ancora aperto: possibile che si potrà pranzare al ristorante il 25 e 26 dicembre, a Capodanno e per l'Epifania. La sera invece resteranno chiusi visto il regime di coprifuoco in vigore.

NEGOZI E OUTLET

I negozi dovrebbero restare aperti nei giorni delle festività per lo shopping fino alle 21, per permettere di «spalmare» la clientela lungo un arco di tempo più ampio possibile e ridurre il rischio di assembramenti. I centri commerciali saranno aperti nei fine settimana fino al 20 dicembre, ma chiusi nelle festività natalizie.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl