MENU

Viabilità critica: riapre l'autostrada A6, ma permangono code e difficoltà sulla statale 28 - Intanto la politica e l'amministrazione intervengono sulla crnica difficoltà della Valle Tanaro

Fratelli d'Italia, Mottinelli: «Siamo ai confini dell'impero, inaccettabile che si parli di interventi dagli Anni Novanta» - Lega, Bove: «La statale è degna di questo nome?» - Danna (consigliere provinciale): «Le risorse di autostrada potrebbero aiutare la Provincia per la manutenzione dei tratti più critici»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Viabilità critica: riapre l'autostrada A6, ma permangono code e difficoltà sulla statale 28

Due immagini della situazione di venerdì mattina sulla ss 28 in Valle Tanaro

VALLE TANARO - Riaperta la A6 nel tratto tra Savona ed Altare per gelicidio, di cui abbiamo dato notizia in mattinata, ma resta il divieto di transito per i mezzi pesanti.

Più seria, invece, la situazione sulla strada statale 28, dove proseguono le code a causa della difficoltà dei mezzi pesanti di proseguire la marcia. Ai Rocchini di Ceva auto e camion in coda in entrambe le direzioni.

Fratelli d’Italia, attraverso il referente Fabio Mottinelli scrive un comunicato sulle difficoltà croniche della statale della Valle Tanaro.

«La Val Tanaro si conferma provincia lontana dell'Impero, ospitiamo molte passerelle politiche da parte degli esponenti del governo nazionale, ma nei fatti siamo dimenticati. Nei mesi passati, come partito Fratelli d'Italia, l'onorevole Monica Ciaburro si interessò della situazione presentando un'interrogazione sui lavori da ultimare lungo il tratto della statale 28 in Val Tanaro. L'onorevole Ciaburro si interessò anche in merito al mantenimento della Polizia Stradale, insieme al collega parlamentare Andrea Del Mastro. Due aspetti, gli interventi da ultimare e la Polizia Stradale, che avrebbero attenuato queste situazioni di emergenza, come quella appena avvenuta.

Non è più accettabile che in Italia, nazione tra le più importanti del mondo, si inizi a parlare degli interventi sulla Statale 28, nel tratto dell’Alta Val Tanaro, negli anni ’90, e che ben trent’anni dopo si sia ancora in attesa di tali interventi. Questi lavori non dovrebbero più occupare pagine dei giornali: si dovrebbe già parlare di come decongestionare la Statale 28, dopo la realizzazione dell’Armo-Cantarana. Invece qui passiamo ancora il tempo in coda per la neve, per gli incidenti, per il traffico estivo, per le decine di camion che giornalmente attraversano la valle, eventi indegni per un paese civile del 2020».

Giorgio Bove, segretario Lega Ceva Val Tanaro: «Dopo il grave problema di oggi sulla statale 28, la nevicata ha fatto nuovamente affiorare i problemi di questa tratta, mi auguro che il Governo accetti di finanziare l’ammodernamento e la messa in sicurezza proposta dalla Regione Piemonte. Dopo i giorni dell’alluvione abbiamo avuto passerelle addirittura in elicottero di vari esponenti del Governo ma i risultati continuano a latitare. Si chiama strada Statale quindi si pretende che sia degna di questo nome nel prossimo futuro».

Pietro Danna, consigliere provinciale e il direttivo di "Fare Quadrato": «Leggiamo della chiusura della A6, certamente decisa per motivi di sicurezza di chi vi transita. Tuttavia, tale scelta, ha come conseguenza il riversarsi del traffico pesante, e non, su molte strade provinciali, specie sulle arterie di collegamento tra vallate e verso la Liguria. Com’è noto la Provincia è un ente in difficoltà e che fa fuoco con la legna che ha, trovandosi quindi a gestire un afflusso imprevisto in un momento delicato come quello delle nevicate. Siamo certi che anche questa volta essa farà la sua parte, cercando di assicurare la percorribilità e la sicurezza delle strade di sua gestione, ma ci sembra che ci si ricordi dell’importanza di avere strade provinciali manutenute e in stato di sicurezza solo nelle emergenze: perché non pensare, in questi casi, ad un afflusso di risorse, magari proprio da parte delle società di gestione delle autostrade, per dare una mano alla Provincia?».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl