MENU

VIDEO

Bastia Mondovì: trovato cadavere in un campo lungo il fiume Tanaro, in località Alma

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:

BASTIA MONDOVÌ – L’ha trovato il cane di un residente in un campo incolto, a circa 50 metri dal corso del fiume Tanaro. Il cadavere era semicoperto dai tronchi di legno, tra fango e detriti, probabilmente, trascinati dalla corrente durante l’ultima alluvione di inizio ottobre. È accaduto intorno alle 17 di sabato. Sul posto sono subito intervenuti i vigili del fuoco di Dogliani, poi quelli di Cuneo, i carabinieri dalla Compagnia di Mondovì e della stazione di Frabosa. Il terreno, in località Alma è di proprietà di una famiglia della Langa albese. Una delle ipotesi è che si tratti una delle povere salme trascinate dalla furia dal Tanaro dal cimitero di Trappa, in Alta Valle Tanaro, durante i giorni della piena del fiume circa tre mesi fa (ne furono ritrovate 58). Il cadavere si presenta, in pratica, quasi mummificato e farebbe, quindi, pensare ad un periodo piuttosto lungo immerso nell'acqua e nel fango. Il pm di turno, Hoffman, della Procura di Cuneo, ha disposto il trasporto del cadavere all’obitorio, l’autopsia e l’esame del dna. Sul posto anche il sindaco di Bastia Mondovì Paolo Crosetti: «Attendo notizie anch'io: non sono state segnalate scomparse di persone negli ultimi tempi nel nostro paese. Tutte le ipotesi sono aperte, è possibile che si tratti di una povera salma del cimitero di Trappa, ma lo potranno solo stabilire gli inquirenti». 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl