MENU

Ufficiale, Piemonte in zona gialla da lunedì 11 gennaio, la conferma dal presidente Alberto Cirio

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Coronavirus Piemonte, il governatore Cirio: «Rischiamo di non farcela, servono ventilatori»

Il presidente Cirio e la portavoce Josè Urso

«Ho appena parlato con il ministro Speranza: il Piemonte da lunedì 11 gennaio continuerà ad essere in zona gialla, almeno fino a sabato 16. Lo confermano i dati dell'ultimo Report validato nel pomeriggio dal Ministero della Salute e dall'Istituto superiore di sanità.». Lo dice il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. «Pur avendo un Rt sotto l’1 che permette di restare in zona gialla è, però, fondamentale per tutti noi non abbassare il livello di attenzione - prosegue Cirio - perché i dati confermano una circolazione del virus alta in Italia, con valori che in tutte le regioni vanno verso l’arancione. Se oggi il Piemonte ha una situazione epidemiologica migliore di altre regioni è perché raccogliamo i frutti dei sacrifici fatti finora, che è fondamentale non vanificare».

Passano in area arancione le Regioni Calabria, Emilia Romagna, Lombardia, Sicilia e Veneto. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in serata una nuova ordinanza che andrà in vigore a partire da domenica 10 gennaio fino a venerdì 15 gennaio, data in cui scadrà il DPCM. 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl