MENU

Nuovo Dpcm e divieto di asporto per bar e ristoranti:«L’ennesima mazzata che non possiamo accettare» - Le reazioni nelle nostre zone

Associazioni di categoria e gestori in fermento – A Vicoforte la provocazione: «Venerdì sera aprirò il ristorante»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Nuovo Dpcm e divieto di asporto per bar e ristoranti:«L’ennesima mazzata che non possiamo accettare» - Le reazioni nelle nostre zone

Nel nuovo Dpcm che regolerà la vita degli italiani dal 16 gennaio spunta un provvedimento che migliaia di esercenti stanno definendo “l'ennesima mazzata”. Riguarda gestori di bar e ristoratori, perché per impedire assembramenti in strada all'ora dell'aperitivo e scene da movida il governo Conte, se non cambia ancora qualcosa, intende vietare l’asporto di cibi e bevande da bar e ristoranti dopo le 18. Sarà consentita solo la consegna a domicilio, il delivery. Una decisione che anche gli esercenti della “Granda” non digeriscono e al motto di #ioaproil15gennaio, qualcuno forzerà la mano e, provocatoriamente, aprirà le porte dei locali attendendo avventori. Annuncia che lo farà il pasticcere di Vicoforte Silvio Bessone che (...)

EDIZIONE DI MERCOLEDì 13 GENNAIO 2021

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl