MENU

Dpcm e seconde case: si può andare fuori regione? Sì, giallo risolto.

Chiarito il dubbio sulle trasferte: deroga al divieto di spostamento anche in zona arancione

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Dpcm e seconde case: si può andare fuori regione? Sì, giallo risolto.

Il nuovo Dpcm permette di recarsi nelle seconde case anche fuori Regione. Un'apertura rispetto al provvedimento delle festività natalizie. Il nuovo Dpcm permette di recarsi nelle seconde case anche fuori Regione. Il testo, infatti, disciplina che "è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione" e, a dispetto del decreto sulle misure per le festività natalizie non è specificato il divieto degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione. Resta, per ogni altro tipo di spostamento che non sia per motivi di necessità, lavoro, studio o salute, il divieto di spostarsi in un'altra Regione.

Nel nuovo Dpcm invece la specifica che vieta lo spostamento verso la seconda abitazione non è presente. Palazzo Chigi ha poi precisato che “il divieto a varcare i confini regionali non vale per le seconde case, di proprietà o in affitto, che rientrano nella fattispecie secondo cui è comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione“. La possibilità vale per tutte le Regioni, siano esse gialle, arancioni o rosse.

LE ALTRE REGOLE

✍️Il Dpcm in vigore da sabato 16 gennaio estende fino al 5 marzo 2021 le disposizioni già attualmente in vigore tra cui il coprifuoco dalle 22 alle 5 e la chiusura nei festivi e prefestivi delle attività all'interno dei centri commerciali e assimilati, fata eccezione per alimentari,. edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, librerie e prodotti agricoli e florovivaistici.

Si introducono però le seguenti misure ulteriormente restrittive:

FATTO SALVO IL RAGIONAMENTO SULLE SECONDE CASE

⛔ Divieto di tutti gli spostamenti tra regioni e province autonome dal 16 gennaio al 15 febbraio 2021, indipendentemente dal "colore" della regione di appartenenza  (dunque anche in zona gialla) salvo spostamenti consentiti (lavoro, residenza, domicilio, abitazione, salute, comuni com meno di 5000 abitanti).

❌Da sabato 16 gennaio e fino al 5 marzo l'asporto è consentito esclusivamente fino alle ore 18.00 indipendentemente dal colore della Regione per le imprese che svolgono come attività prevalente di cui ai codici ATECO:

❗56.3 (bar e altri esercizi simili senza cucina)

❗ 47.25 (commercio al dettaglio di bevande)

➡️A queste disposizioni, che valgono per l'intero territorio nazionale, per ogni Regione troveranno applicazione le misure specifiche per l'area di rischio attribuita in base ai dati epidemiologici.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl