MENU

Addio al commendator Bruno, il reduce che voleva lasciare un ricordo agli alunni di Villanova Mondovì

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Addio al commendator Bruno, il reduce che voleva lasciare un ricordo agli alunni di Villanova Mondovì

Il commendator Bruno sul palco del teatro Orsi a Villanova

VILLANOVA MONDOVÌ - Nel 2014 aveva chiesto la realizzazione di un concorso dedicati agli alunni delle scuole medie di Villanova Mondovì. Michele Bruno sentiva l’esigenza morale e storica di lasciare un insegnamento concreto di fatti di cui la sua vita doveva esser testimone. È morto all’età di 98 anni ed era uno degli ultimi reduci della Seconda guerra mondiale. Era stato intervistato più volte sulle nostre colonne da Giambattista Rulfi. Nato nel 1923 a Frabosa Sottana aveva lavorato come rappresentante di commercio fino alla pensione.

“L’uomo in guerra” era stato il titolo del concorso presentato al teatro “Orsi” di Villanova 7 anni fa, vicini alla ricorrenza del 70° anniversario della conclusione del secondo conflitto mondiale. Michele Bruno era presidente dell’associazione combattenti e reduci e protagonista del libro “Alles Bandieren” pubblicato alcuni anni fa. Con accenni commossi, Bruno aveva ricordato la propria esperienza di giovane soldato, mandato a 19 anni a combattere nell’isola di Rodi. Dopo l’8 settembre ’43 era stato costretto dai tedeschi a lavorare in una miniera di uranio e, successivamente, aveva combattuto con i partigiani di Tito che si opponevano al nazifascismo.

Bruno lascia tre figli ed i nipoti. Nel 1954 si era sposato con la maestra Maria Merlo, scomparsa nel 1993. I funerali si terranno sabato 13 febbraio alle ore 10 nella parrocchiale di Villanova M.vì, rosario venerdì sera sempre nella chiesa di San Lorenzo.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl