MENU

HOME

Oggi si decide sui colori delle Regioni: il Piemonte e la Granda restano gialli

In base ai numeri del report settimanale

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Oggi si decide sui colori delle Regioni: il Piemonte e la Granda restano gialli

Come ogni venerdì, la Cabina di regia sta analizzando i dati del report settimanale per decidere sui colori delle varie Regioni. Il Piemonte e la provincia di Cuneo resteranno gialli, non ci sono dubbi visti i numeri in miglioramento degli ultimi giorni.

Anche Liguria e Lombardia non dovrebbero cambiare colore, mentre la Valle d’Aosta (dove l’incidenza è superiore alla soglia di 250 positivi ogni 100.000 abitanti) passerà in zona rossa. Percorso inverso per la Sardegna, che potrà riassaporare la zona arancione dopo due settimane di lockdown. La Campania, dove si è registrato un aumento sopra l’1 dell’indice Rt, dovrebbe tornare arancione, colore che verrà mantenuto anche da Sicilia, Puglia e Calabria.

Restano, dunque, in vigore le regole degli ultimi giorni: tra zone gialle ci si può spostare liberamente. Bar e ristoranti potranno aprire in zona gialla con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, anche a cena. È consentito lo svolgimento all’aperto di attività sportive anche di squadra e di contatto (ma senza l’uso degli spogliatoi interni). Cinema e teatri possono riaprire con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza di almeno un metro, con capienza massima del 50%.

Sarà possibile raggiungere un’altra abitazione privata quattro persone, che potranno portare con sé figli minori, di età anche superiore ai 14 anni. Sì all’accesso alle seconde case, anche se si trovano in zona arancione o rossa. Scuole Secondarie Superiori in presenza dal 70% al 100%.

Bisognerà aspettare il 15 maggio, invece, per l’apertura delle piscine all’aperto e dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl