MENU

Lavoro, il “pasticcio” del 1° Maggio: supermercati chiusi, poi aperti dal Tar. Ipercoop resta chiuso perché l’annuncio arriva tardi e gli Outlet protestano.

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Lavoro, il “pasticcio” del 1° Maggio: supermercati chiusi, poi aperti dal Tar. Ipercoop resta chiuso perché l’annuncio arriva tardi e gli Outlet protestano.

La sentenza “vieta l’apertura di medie e grandi strutture di vendita ma consente l’attività commerciale agli esercizi di vicinato, senza che sia stato dimostrato che gli esercizi di dimensioni maggiori, che dispongono di spazi più ampi e consentono una maggiore rarefazione sociale, siano luoghi a maggiore rischio di contagio”. Così scrivono i magistrati nell’ordinanza di sospensiva che consente ai supermercati di aprire anche il 1° maggio. Solo che la notizia è circolata solo venerdì 30 aprile nel tardo pomeriggio e il giorno prima, il 29 l’ordinanza della Regione Piemonte aveva ordinato la chiusura nel giorno della Festa dei Lavoratori. Così, per esempio, l’Ipercoop di Mondovicino è rimasto chiuso: “Troppo tardi per organizzare personale e logistica. Avessimo saputo prima, avremmo aperto ai clienti”.

Non solo: il mondo degli Outlet è in subbuglio. Una volta annunciata la possibile riapertura durante i week-end ed i prefestivi, ciò non è avvenuto. Così si prepara una mobilitazione che le associazioni di categoria stanno organizzando per i prossimi giorni. Lo conferma Andrea Caramelli, amministratore delegato di Mondovicino: «Assurdo vedere arrivare le auto di fronte ai cancelli e capire che tutto resta chiuso perché continuiamo ad essere trattati come gli ultimi della fila. Con l’evidente contraddizione di vie delle città con la folla e centri commerciali, sicuri e controllati, che restano, invece, vuoti»

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl