MENU

IL DRAMMA DELL'AFGHANISTAN

Da Kabul a Mondovì: «Qui per dare un futuro ai nostri figli»

Parla una delle due famiglie ospitate in città: «Le truppe occidentali dovevano rimanere in Afghanistan»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Da Kabul a Mondovì: «Qui per dare un futuro ai nostri figli»

La famiglia in mezzo alla referente Asma, a sinistra, e al mediatore Yaser, a destra

«Non potevamo più restare là». Bahonar e Marzia vivono a Mondovì da un paio di settimane, sono riusciti a fuggire per tempo da Kabul. Nel loro sguardo c’è il disorientamento per una lingua e una città nuova da conoscere, ma anche il sollievo per essere riusciti a mettersi in salvo. Hanno quattro bellissimi bambini e sono una delle due famiglie afghane ospitate a Mondovì. Li abbiamo incontrati in un luogo protetto, per motivi di sicurezza non viene comunicata l’ubicazione dell’appartamento in cui vivono.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl