MENU

Ceva, tabaccheria “Portici”: carrozziere gioca 5 euro e ne vince 10.000 con il Gratta e Vinci

Riportiamo le probabilità di vincita del concorso

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Ceva: carrozziere vince 10.000 euro con il Gratta e Vinci nella tabaccheria “Portici”

Nella foto, il vincitore Luigi Amerio con i titolari della tabaccheria "Portici"

Vince 10.000 euro giocando un Gratta e Vinci acquistato nella Tabaccheria “Portici” di Ceva. È accaduto mercoledì, in via Marenco. “Con la Mostra del Fungo è arrivata anche la fortuna – commentano i titolari, Beppe e Corinne Scotto -. Siamo particolarmente felici perché il vincitore è un affezionato cliente che ogni mattina acquista un caffè, i giornali e Gratta e Vinci, e stavolta ha avuto una bella fortuna. Con un biglietto da 5 euro de “Il Miliardario” ha vinto ben 10.000 euro”. Il vincitore è il cebano Luigi Amerio, carrozziere in frazione Mollere che spiega: «Sono un cliente assiduo della tabaccheria e gli stessi esercenti hanno festeggiato con me la vincita». Beppe Scotto: «All’esercizio non resta alcuna somma: solo la gioia di vedere un nostro cliente felice». Nella stessa tabaccheria, sempre con un Gratta e Vinci, nel 2014 un altro cebano aveva vinto un “rendita” addirittura da 300.000 euro. 

LE PROBABILITÀ DI VINCITA

Il ministero dell’Interno recita che “la probabilità media di vincita delle lotterie nazionali ad estrazione istantanea, cosiddette Gratta e Vinci è di 1 su 3,60. Inoltre il valore complessivo medio della restituzione in vincite può raggiungere il 75% dell’incasso. La probabilità di vincita è riferita al numero di biglietti vincenti uno o più premi, tra quelli individuati con i decreti di indizione delle lotterie, pubblicati su questo sito, rapportato al numero complessivo di biglietti costituenti i lotti prodotti e immessi sul mercato per la vendita, anch’esso definito nei medesimi decreti di indizione delle lotterie. Il numero dei premi non coincide con il numero di biglietti vincenti: ciascun biglietto vincente può contenere uno o più premi”.

Diverso l’approccio che “Il Salvagente” ha sul tema. Dal sito online: “Le lotterie attive hanno distribuito, solo come primo lotto, più di un miliardo di biglietti, numero che viene continuamente reintegrato con nuove emissioni, di cui però i monopoli non danno alcuna evidenza. Su un miliardo di biglietti (1.052.480.000), poco più di un quarto, il 26,35% (277.332.328), contengono un premio. Sì, ma quale premio? Più della metà dei premi in palio, il 52,08% (144.455.930) in realtà non sono veri premi, non fanno vincere nulla, ma restituiscono solo il prezzo di acquisto del biglietto, senza comportare alcun reale arricchimento per il giocatore, spingendolo oltretutto a giocare nuovamente, nella illusione di aver vinto, così come un altro 29,34% del totale, il 63,37% dei premi residui, che consegnano il doppio della giocata. Un giocatore che spende 5 euro per acquistare un gratta & vinci e grattando la vernicetta scopre di aver “vinto” … 5 euro, infatti, non farà altro che acquistare un altro tagliando, continuando a giocare, aumentando così le probabilità di perdere”.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl