MENU

Chiusa Pesio, tragico destino: la figlia dell’escursionista trovato senza vita a Pian delle Gorre morì nel 2008 sull’Argentera

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Chiusa Pesio, tragico destino: la figlia dell’escursionista trovato senza vita a Pian delle Gorre morì nel 2008 sull’Argentera

Nella foto, il recupero della salma dell'uomo di 66 anni

Si chiama Pierpaolo Bertaina, ha 66 anni ed è di Centallo, l’escursionista che martedì notte è stato trovato senza vita dagli uomini del Soccorso Alpino. Un destino tragico e triste perché nel 2008 la figlia Chiara, a soli 23 anni, cadde sull’Argentera e a causa delle ferite, per lei non ci fu nulla da fare. Era sulla parete sud dell'Argentera, quando scivolò e cadde per circa 50 metri morendo sul colpo.

La notte scorsa, invece, a Chiusa Pesio, la chiamata per il mancato rientro è arrivata intorno alle 20.30 dai famigliari che hanno saputo fornire indicazioni precise sull'itinerario che l’uomo aveva intenzione di seguire. Le squadre del Sasp e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza si sono portate al Pian delle Gorre dove hanno iniziato a battere i sentieri a piedi. Intorno a mezzanotte il ritrovamento della salma, sotto la cima Mirauda, intorno a quota 2000 metri a valle del Gias Vaccarile. L'uomo è deceduto presumibilmente a causa di un malore. Il corpo è poi stato trasportato a valle in spalle e consegnato all'autoambulanza intorno alle 3.30 di questa mattina.

Sul posto anche i Vigili del Fuoco i carabinieri del comando provinciale di Cuneo, gli addetti del Saf dei vigili del fuoco, Ucl, Tas, e volontari di Morozzo con le unità cinofile di Volpiano. 

 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl