MENU

L’allarme di Confindustria Cuneo – Si cercano ingegneri, manutentori, informatici, specialisti web

Occupazione nella “Granda”: le aziende non trovano 6.000 lavoratori

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Occupazione nella “Granda”: le aziende non trovano 6.000 lavoratori

«Informatici, ingegneri meccatronici, manutentori, ma anche altri specialisti. Ce n’è bisogno come il pane e le 1200 aziende della Granda nostre iscritte non riescono a trovarli: mancano 6.000 professionalità». Così Ines Gaveglio, responsabile della Formazione e Unimpiego di Confindustria Cuneo. Conferma le parole di Marco Gay, presidente regionale dell’associazione di categoria che pochi giorni fa, ospite nella sede cuneese diceva: «Se è vero che i posti di lavoro sono dati in consistente aumento, è altrettanto vero che vi è una pesante carenza di specializzazioni destinata a diventare sempre più significativa, di pari passo con la transizione industriale dei prossimi anni. Il Piemonte fa meglio della media nazionale perché ha un tessuto davvero diversificato, dal food all’automotive alla meccatronica: non capita ovunque in Italia. Ma ci sono 233 mila posti di lavoro in Piemonte richiesti dalle aziende e che non si trovano: un dato incredibilmente grave, anche perché (...)

EDIZIONE DI MERCOLEDì 13 OTTOBRE 2021

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl