MENU

CRONACA

Ceva, l‘accusa: amministrava condomini da evasore totale. Indagine della Guardia di Finanza: in ballo 100 mila euro non riscossi

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Ceva, l‘accusa: amministrava condomini da evasore totale. Indagine della a Guardia di Finanza: in ballo 100 mila euro non riscossi

Dimenticava sistematicamente di presentare adempimenti e dichiarazioni in materia di imposte dirette ed Iva. L’indagine si è svolta a Ceva, da parte dei finanzieri della Tenenza cebana. Si parte da una verifica fiscale in materia di contrasto all’economia sommersa, cioè a tutte quelle forme di illegalità che tendono a nascondere totalmente all’erario i redditi conseguiti nell’esercizio di attività d’impresa o di lavoro professionale.

L’attenzione dei militari cebani è stata rivolta ad una persona che svolge l’attività di amministrazione e gestione di numerosi condomìni nella zona sud est della provincia. Dall’attività di verifica è emerso che il medesimo, nel periodo compreso dal 2016 fino a tutto il 2020, ha tenuto la completa contabilità relativa ai bilanci dei condomìni che amministra, non fornendo sistematicamente ogni adempimento dichiarativo in materia di Imposte Dirette ed I.V.A.

Nello specifico, i finanzieri cebani, attraverso l'analisi della documentazione acquisita in fase di controllo, ha constatato che l’amministratore ha operato come “evasore totale” per 4 anni, nascondendo completamente al fisco ricavi per oltre 100 mila euro.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl