MENU

La ministra monregalese Dadone rivela a “Open” il risultato del test antidroga: «Ora attendo quello dei parlamentari proibizionisti»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
La ministra monregalese Dadone rivela a “Open” il risultato del test antidroga: «Ora attendo quello dei parlamentari proibizionisti»

Nella foto, la ministra monregalese si sottopone al test del capello

Nell’aprile scorso, il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale aveva assegnato al ministro per le Politiche giovanili Fabiana Dadone (di Mondovì) la delega delle politiche antidroga. La decisione del premier Mario Draghi di affidare la delega per le politiche antidroga al ministro Fabiana Dadone aveva scatenato una forte polemica da parte delle forze di centrodestra. Da Fratelli d'Italia a Forza Italia alla Lega, gli oppositori giudicano inopportuno far gestire la materia a un esponente politico dichiaratamente antiproibizionista come il ministro per le Politiche giovanili. Ora la ministra monregalese ha reso noti alla testata giornalistica Open (on line) i risultati del test finora elaborati: negativi.

Riportiamo ciò che scrive “Open”: La ministra per le Politiche giovanili, Fabiana Dadone nel corso della presentazione della Conferenza nazionale sulle droghe, rispondendo a una domanda di Open, si era detta disponibile a consegnarci l’esito del suo test antidroga (effettuato ad aprile 2021). Che oggi pubblichiamo in esclusiva. «Attendo, invece, ancora i risultati di tutti gli altri», ha aggiunto Dadone. Il risultato del test – come si vede dai referti – è negativo relativamente alla cocaina, marijuana, metadone, morfina, metanfetamina, amfetamina, hashish. Non viene rilevata la presenza del THC. Una provocazione, quella di sottoporsi al test antidroga, che la stessa ministra, una volta ricevute le deleghe alle politiche antidroga, aveva lanciato in risposta agli attacchi, provenienti dal centrodestra, che contestavano al governo il fatto di aver nominato all’Antidroga una figura politica dichiaratamente antiproibizionista e a favore della legalizzazione della cannabis, specialmente quella terapeutica 

«Sono stata attaccata per le mie posizioni antiproibizioniste da molti esponenti di destra. Qualcuno vuole farmi passare per drogata? Dimostriamo coerenza ai giovani, facciamo un bel test antidroga io e i parlamentari proibizionisti, diamo un segnale di coerenza ai giovani», aveva detto nell’aprile 2021.

 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl