MENU

Mondovì: 300 mila euro a fondo perduto alle attività economiche. LE MODALITÀ PER FARE DOMANDA

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Mondovì: 300 mila euro a fondo perduto alle attività economiche. LE MODALITÀ PER FARE DOMANDA

Una misura economica a favore degli esercizi commerciali senza precedenti da parte del Comune di Mondovì: 300 mila euro a fondo perduto.

COME FARE: TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Ciascun operatore economico può presentare una sola domanda di contributo per ciascuna partita IVA della quale risulti titolare, anche nel caso in cui alla stessa facciano riferimento più attività economiche.

Le domande dovranno essere presentate esclusivamente tramite il servizio online dello Sportello Unico “Attività Produttive del Comune di Mondovì¨ www.comune.mondovi.cn.it‚ Servizi Online‚ Sportello Unico Attività Produttive) utilizzando il modello appositamente predisposto numero 3767, reperibile al seguente link:

https://www.pa-online.it/GisMasterWebS/SU/SU.aspx?IdCliente=004130&IdSU=Suap&IdPage=Pro_3767

Per accedere a tale servizio online, occorre essere in possesso della CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI oppure dello SPID/IDENTITÀ DIGITALE. Qualora il beneficio si avvalga di soggetti terzi per l’invio e la compilazione on line della domanda, dovrà essere allegata la procura per l’invio telematico della stessa utilizzando il modello n. 0070.

Le domande dovranno pervenire a partire dalle ore 9 del giorno 26 novembre 2021 e fino alle ore 23,59 del giorno 03 dicembre 2021. Fanno fede la data e l’orario di ricevuta dell’istanza sulla casella di posta elettronica certificata del comune (PEC). Non potranno essere accolte le domande predisposte secondo modalità difformi, rispetto a quanto sopra indicato.

CHI NE HA DIRITTO

Esiste una “Fascia 1” per un valore di 130 mila euro da destinare per l’erogazione di contributi una tantum e a fondo perduto. Saranno assegnati a favore degli aventi diritto rientranti nelle categorie titolari di discoteche, sale da ballo, centri fitness, palestre e sale cinematografiche che abbiano dovuto osservare la sospensione obbligatoria dell'attività a decorrere dal 6 novembre 2020. Attenzione: l’erogazione avverrà nel rispetto dell'ordine cronologico di arrivo e sino all'esaurimento della risorsa disponibile. Contributo massimo erogabile 3.000 euro. Vale anche per titolari di strutture ricettive ed extraricettive (massimo 2.300 euro).
Per la “Fascia 2”: erogazione di contributi una tantum a fondo perduto, determinati in 500 euro a favore degli aventi diritto rientranti nella categoria “titolari delle attività economiche che abbiano dovuto osservare la sospensione obbligatoria della attività a decorrere dal 6 novembre 2020 e che nel 2020 abbiano avuto un calo del fatturato rispetto al 2019 di almeno il 15%”. Anche qui varrà l’ordine cronologico di arrivo. Sono escluse dal contributo le sale giochi, le sale scommesse, le sale VLT e le attività di compro oro.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl