MENU

CRONACA GIUDIZIARIA

Avrebbe sequestrato e picchiato la donna che ospitò a casa sua: a processo

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Avrebbe sequestrato e picchiato la donna che ospitò a casa sua: a processo

“Mi aveva chiesto di fingere di essere sua madre. Lui voleva che lei, da Pavia, venisse ospite a casa sua per ‘toglierla di mezzo’ perché non gli restituiva i soldi che le aveva prestato. Si erano conosciuti su Facebook e si sentivano da circa quattro mesi. Lui voleva rinchiuderla in cantina e farla morire di fame e freddo. La sera della vigilia l’abbiamo trascorsa tutti e tre insieme. Lui le ha detto che io ero la convivente e che voleva tenerci entrambe. A me ha proposto di andare a chiedere soldi in giro e a lei di prostituirsi in casa. Lui stesso si sarebbe occupato di portarle gli uomini”. Si è aperto con la testimonianza della ex convivente che lo ha denunciato per maltrattamenti, lesioni e violenza sessuale, il procedimento penale a carico del trentaduenne che, la notte di Natale del 2020, avrebbe picchiato sia lei, sia l’ospite giunta in Valle Pesio dalla Lombardia. L’uomo è imputato davanti al Collegio del Tribunale di Cuneo di minacce e lesioni aggravate nei confronti della donna giunta dalla Lombardia.

MAGGIORI PARTICOLARI SULL'EDIZIONE DI MERCOLEDì 19 GENNAIO 2022

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl