MENU

Mondovì: se la campagna elettorale si tinge di luci hard

Aspirante consigliere comunale ritira la propria candidatura. Il candidato sindaco Rosso: «Il controllo avviene solo i certificati penali, la sfera privata rimane tale»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Mondovì: se la campagna elettorale si tinge di luci hard

Mondovì vista dall'alto

Un aspirante consigliere comunale ha ritirato la propria candidatura. Perchè le elezioni comunali di Mondovì si tingono di una luce rossa. Nessun riferimento alla sinistra con il tradizionale colore preferito, ma ad una dimensione hard che gira nel mondo più subdolo, quello virtuale: chat, internet. La questione sta “crescendo” nella città in cui il 12 giugno si deciderà quale sindaco governerà e quali consiglieri comunali siederanno sugli scranni di maggioranza ed opposizione con la funzione di controllo (e di proposta) dell’operato della giunta. È tra questi aspiranti che si annida la storia hard. Uno dei candidati a sostegno è il protagonista di un video a sfondo sessuale. Sosteneva Enrico Rosso (centrodestra) per nulla a conoscenza della storia. Una vicenda del tutto “all’insaputa” anche del candidato consigliere. O meglio: all’insaputa del fatto che le riprese hard sarebbero state in seguito messe in rete. Fermo restando che ognuno, nella vita privata, può fare ciò che vuole e crede nei limiti del codice penale e civile, la considerazione liberale, in politica e in amministrazione, “cozza” con il concetto di “immagine pubblica” ed i casi fioccano nella storia repubblicana. Ancor più se c’è, come sembra, una denuncia alla polizia postale (dello stesso candidato consigliere) e gli imbarazzi della lista di appartenenza, di un candidato sindaco, di una coalizione. Tanto che lo stesso interessato ha deciso di ritirarsi dall’agone politico, rinunciando alla propria e legittima aspirazione a diventare consigliere comunale.

Il candidato sindaco Enrico Rosso dichiara: «L'unica attività di monitoraggio da parte dei responsabili delle liste a sostegno riguarda i certificati penali di chi intende candidarsi, per verificare preliminarmente le condizioni di incandidabilità. La sfera privata rimane tale. A quanto mi risulta, il candidato consigliere ha ritirato la propria candidatura prima che la lista venisse formalmente depositata".

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl