MENU

Fondazione Crc: che cosa accadrà nel 2024? Alla vigilia del consiglio generale in trasferta (lunedì) al "Polo delle Orfane" di Mondovì

Riproponiamo il nostro articolo del 25 aprile scorso: la città del Belvedere al centro del futuro

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Fondazione Crc: che cosa accadrà nel 2024? Alla vigilia del consiglio generale in trasferta (lunedì) al "Polo delle Orfane" di Mondovì

L'ingresso delle Ex Orfane, a Mondovì Piazza

Riproponiamo, di seguito, l'articolo comparso su "Provincia granda" il 25 aprile scorso, quando era appena stata annunciata l'ufficialità della nomina a presidente di Ezio Raviola, monregalese, come presidente della Fondazione Crc. In pratica tutte le previsioni si sono realizzate ed oggi si mette l'accento sulla centralità di Mondovì nel futuro della fondazione più importante del Nord Ovest. L'ex sindaco Stefano Viglione è stato scelto come segretario del presidente e nel 2024 si conoscerà il nome del nuovo numero uno. Allora, come oggi, avevamo indicato in Paolo Adriano, attuale sindaco, che non si ripresenterà alle comunali, quale possibile candidato. Se la dovrà vedere con altri, ovviamente, ma un segnale forte c'è. Lunedì il consiglio generale delal Fondazione si terrà nel nuovo Polo delle Orfane, struttura recuperata e valorizzata quando lo stesso Raviola  la definì, all'inaugurazione, una "splendida realizzazione".

DI SEGUITO L'ARTICOLO DEL 25 APRILE SCORSO:

Il neo presidente della Fondazione Crc, Ezio Raviola, è di Mondovì e succede a Gianni Genta, cuneese. Della città del Belvedere, secondo indiscrezioni, sarà anche il prossimo segretario del numero uno della Fondazione più importante del Piemonte: Stefano Viglione, ex sindaco di Mondovì, dipendente prima di Banca Regionale Europea, poi diventata Intesa. Secondo le voci, non c’è ancora ufficialità, il ruolo per Viglione sarebbe pronto e la qualità è di certo garantita, vantando un curriculum di tutto rispetto in ambito bancario e professionale in generale. Oò presidente Raviola conosce bene le qualità dell’ex primo cittadino con cui ha avuto rapporti stretti da tempo: nel 2012 fu consigliere di maggioranza nell’assemblea comunale.

Intanto lo sguardo va oltre, a quelle lezioni “naturali” del 2024 per la Fondazione Crc. Si fa il nome dell’attuale sindaco di Cuneo (in scadenza) e presidente della Provincia Federico Borgna (centrosinistra). Se ne fanno altri e nell’alternanza Cuneo, Mondovì, Alba (saltata negli ultimi anni per vari motivi) c’è quello di Giuliana Cirio, albese, attuale direttore di Confindustria Cuneo, ma si configurerebbe più la possibilità di candidarla come direttore generale che come presidente. Poiché Mondovì, però, solo accidentalmente esprime oggi il presidente monregalese (a causa della indisponibilità del cuneese Genta per motivi di salute), potrebbe reclamare il posto del numero uno, così l’altro nome che si fa è quello di Paolo Adriano, attuale sindaco di Mondovì che ha deciso di non ricandidarsi alle prossime elezioni comunali, quindi nella facoltà di presentarsi nel 2024. Nei prossimi giorni e nel prossimo futuro si capirà meglio l’orientamento della Fondazione Crc.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl