MENU

Mondovì: torna l’imprevedibilità delle “Bocce Quadre”. Le gare nel week-end, il talk show sabato sera in piazza Maggiore

TUTOT IL PROGRAMMA

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Mondovì: torna l’imprevedibilità delle “Bocce Quadre”. Le gare nel week-end, il talk show sabato sera in piazza Maggiore

Metti un pomeriggio, una serata e di nuovo il giorno dopo, tutto all’insegna dell’imprevedibilità, dello humor, del piacere di trovarsi su una piazza medievale e scherzare sulla vita. Sono le caratteristiche delle “bocce quadre” e solo a Mondovì si possono vedere, considerare e anche giocarci. Il primo appuntamento è per sabato, alle 14,30, in piazza Maggiore, dove inizieranno le gare organizzate dall’associazione di un manipolo di monregalesi che da 10 anni hanno in testa le bocce a forma di quadrato, quelle che “vanno un po’ dove vogliono”. Appunto, imprevedibili. La scelta di non “giocare” nei giorni della Mostra dell’Artigianato, come gli altri anni, è stata spiegata dal presidente Giampiero “Pelo” Gregorio, in conferenza stampa, in Comune, con la volontà di dare un weekend in più di eventi alla città e al quartiere di Piazza in particolare. Così ci saranno il secondo concorso fotografico bocce quadre “Inquadra il provetto”, il concorso “Miss bocce quadre 2022” e il concorso enigmistico.

GLI OSPITI DEL TALK SHOW

E poi c’è il palco di sabato sera: di fronte ai portici soprani, con un salotto che ospiterà un tema: “la serena accettazione della sorte, anche se gli elementi della vita rotolano come bocce quadre: imprevedibili, indeterminati”. Moderati dal giornalista Paolo Cornero, ne parleranno nove ospiti confermati fino a tutto martedì: Pippo Bessone, Matteo Di Cianni, Gianni Fantoni, Alessandra Fissolo, Teo Musso, “Malù” Mpasinkatu, Alberto Navarra, Francesco Scarrone. Dario Vergassola. Come si capisce, dal cabaret, alla musica, dagli imprenditori allo sport, dagli scrittori ai commentatori. “Tutte persone divergenti tra loro ma che siano inquadrabili nella categoria parallelebipedi”. Di certo sarà una serata che riserverà sorprese con Pelo Gregorio e Fabrizio Lanza nel ruolo di “disturbatori”, compresi la cameriera Alice Gregorio ed il cameriere Andrea Pellegrino impegnati nella promozione dei prodotti locali. Da non perdere, assicurano gli organizzatori l’imitazione “inedita” e sconosciuta a tutti della “boccia quadra” da parte di Fantoni.

Si tornerà alle gare domenica mattina, alle 10,30 fino a sera: si gioca in strada, sulla piazza, per le vie. Tutti i tesserati «Bq» (10 euro) possono gareggiare anche al momento dell’iscrizione. Il titolo è nelle mani di Walter Torre ed Eleonora Racca, mentre il ranking ufficiale è guidato da Edoardo Pincetti, seguito da Massimo Rubado e Luca Biglia. Si gioca secondo i dettami del “Manuale del provetto giocatore Bq”, l’opuscolo che presenta tra il serio e il faceto tutto il mondo delle bocce quadre. Include anche la spiegazione del “biqumetro”, la nuova unità di misura che si utilizzerà nel mondo Bq.

In questa edizione il boccino (sempre quadro, si intende) sarà tricolore bianco, rosso e verde, mentre le bocce riprenderanno il giallo dei girasoli (con riferimento ai girasoli di Farigliano “gemellati con l’associazione) e il blu del cielo, con un richiamo anche alla bandiera ucraina

L’evento è realizzato grazie a Fondazione Crc (Ezio Raviola), Consiglio regionale del Piemonte (Franco Graglia), Confartigianato (Davide Sciandra), Comune di Mondovì (Luca Robaldo).

 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl