MENU

Caro energia, i gravi timori dell’autunno

ANALISI – Le voci di aziende, esercizi di vicinato, sindacati, Confindustria sugli aumenti “insostenibili”

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Caro energia, i gravi timori dell’autunno

A livello nazionale la scommessa è che 120 mila imprese non chiudano per il caro energia e per l’aumento delle materie prime e 370 mila posti di lavoro non vadano persi. Ci sono imprenditori che devono scegliere se chiudere adesso per riaprire dopo nuove, possibili misure. Nella “Granda” la situazione non è migliore rispetto al resto della penisola. Per le nostre zone abbiamo sentito piccole e medie imprese, ditte, bar, piccoli e grandi esercizi registrando timori e visione del futuro con la spada di Damocle, in autunno, dei costi impazziti. Anche gli enti pubblici: il Comune di Torre Mondovì è costretto a (...)

EDIZIONE DI MERCOLEDì 31 AGOSTO 2022

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl