MENU

Gli occhi sopra la maschera

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Gli occhi sopra la maschera

Ormai ci abbiamo tutti fatto caso. L’umanità, oggi, si riconosce meno perchè ha una mascherina sul viso. Intendo dire che fin dalla nascita è insita la naturale tendenza a riconoscere le persone sulla base di più elementi: tipo di andatura, capelli, modo di muovere la testa. La vera certezza di chi sia la persona (a noi nota o semi sconosciuta), però, l’abbiamo solo vedendo il viso dell’interlocutore. Con la mascherina che copre bocca, naso fino all’orlo stentiamo a riconoscere persone che non vediamo da tempo. Colpa anche della quarantena che ha cambiato la capigliatura (spesso segno distintivo certo) meno curata, con forme diverse con il lockdown dei parrucchieri. Che cosa resta visibile? Gli occhi. È l’elemento espressivo più importante del nostro volto, ma anche, dicono, lo specchio dell’anima. Il sito internet frasimania.it raccoglie le frasi celebri su quasi tutto lo scibile umano. Tra le più belle sul tema: “Ho passato la vita a guardare negli occhi della gente, è l'unico luogo del corpo dove forse esiste ancora un'anima” E poi: “Gli occhi ti dicono quello che uno è, la bocca quello che è diventato”. Pensiamoci ogni volta che incontreremo l’essere umano con la mascherina (in pratica sempre). Forse questa maledetta pandemia una cosa la insegnerà: a leggere le persone al di là della maschera che ognuno di noi indossa.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl