MENU

Gli argini veri

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Gli argini veri

Un anno fa, a novembre, le nostre menti erano occupate a calcolare la personale possibilità di ammalarsi con il virus che faceva crescere i livelli di occupazione negli ospedali e provocava dolore. Nel novembre di 27 anni fa un’altra ondata colpiva le nostre zone: l’alluvione del 1994 del fiume Po e dei suoi affluenti provocava in Piemonte 70 vittime e 2.226 sfollati, solo nella “Granda” fece 29 morti. Nel 2020 in questo mese i numeri del covid a livello provinciale erano impressionanti: positività al 26%, 304 posti in terapia intensiva, 224 in quella ordinaria. Ed era alle porte la zona rossa che bloccava tutto. Gli ospedali hanno retto ed il vaccino era lontano. Oggi la positività è allo 0,7%, 25 pazienti in terapia intensiva e 224 negli ordinari, con l’81% di vaccinati. Dopo il 1994 le azioni di Protezione civile sono aumentate, anche se mai abbastanza (il disastro dell’ottobre 2020 è la dimostrazione). Mentre in alcune piazze d’Italia proseguono le dimostrazioni, ognuno di noi si domandi quale argine vero e dimostrato, oggi, esista nei confronti della pandemia e si dia la risposta più onesta che conosca.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl