MENU

La fortuna

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
La fortuna

È lo scritto che più mi ha colpito negli ultimi giorni. Parlo del saluto che Diletta Balocco ha riservato nel momento più doloroso e triste della sua giovanissima vita. La figlia di Alberto, imprenditore fossanese morto a causa di un fulmine che l’ha colpito mentre con l’amico Daniele Vigo, in bici, mentre percorrevano il sentiero dell’Assietta, ha scandito, lunedì, al funerale, parole che non hanno bisogno di commenti. Devono solo essere ascoltate. Perché parlare di sua “fortuna” (anche dei suoi fratelli e della mamma) dopo una perdita così grande merita un rispetto enorme. Ha spiegato, con voce ferma, la “fortuna” di aver fatto parte della vita di un “marito, padre, amico, fratello, collega, leader”. Perché “li ha amati”, li ha accompagnati, ha insegnato loro a vivere. Così, ora, “ovunque guardiamo, vediamo te, indelebile”. “Un buon esempio che ora guida da dentro, con il ricordo di un sorriso che ora è carburante”. Diletta e i suoi fratelli hanno scritto la pagina più bella possibile per salutare il loro papà. E un papà che cosa potrebbe volere di più di questo? Solo una cosa: stringerli tutti ancora una volta.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl