gototopgototop
Campi valeo PDF Stampa E-mail
Mondovì - 11-02-2011

Campi Valeo: uno studio per aumentare la capienza degli spettatori

 

Nell’ambito del progetto di riqualificazione è necessario anche un adeguamento alla normativa

-

Campi-valeo

MONDOVÌ - La Giunta Viglione ha affidato allo studio di ingegneria monregalese “Ig.e.s.” un incarico professionale per la messa a norma del complesso sportivo “ex Valeo” di corso Francia, nell’ipotesi di capienza complessiva superiore a 100 posti. Lo studio associato provvederà quindi alle verifiche ai sensi della normativa per la sicurezza relative alla costruzione ed all’esercizio degli impianti sportivi.L’intervento si inserisce nell’ambito dell’importante intervento di riqualificazione dei campi, promosso dalla Giunta e coordinato dall’assessore Luciano D’Agostino.  A dicembre si era approvato il progetto definitivo-esecutivo in forza del quale il Comune investirà la somma di 300mila euro, ottenuta da un contributo statale ai sensi della legge 113 sul recupero ambientale. Obiettivo: la riqualificazione ambientale del centro sportivo con la ristrutturazione degli spogliatoi, degli impianti sportivi e la installazione di pannelli fotovoltaici.Prende in tal modo corpo il progetto per dare a Mondovì un polo sportivo moderno alle porte della città, in un’area storicamente vocata allo sport. Ci sono già 264mila euro dalla Regione, cui si sommano, appunto, i 300mila statali.È così che lo storico complesso - utilizzato già negli anni ’70 ai tempi del “Gruppo Sportivo” della fabbrica - è destinato a cambiare volto.Tra l’altro si conta di realizzare spogliatoi nuovi, un pozzo artesiano, la riqualificazione di tutto il complesso, comprese tribune ed accessi, ma soprattutto, la costruzione, in luogo del campetto “da riscaldamento” alle spalle della tribuna un campo a sette (con, tracciati perpendicolarmente due da 5) in sintetico di nuova generazione. L’opera verrà quindi realizzata grazie soprattutto a risorse extracomunali, in linea con  l’impegno - più volte sottolineato dalla Giunta Viglione - di andare “a caccia” di finanziamenti.“L’attività fisica è un diritto, specie per i ragazzi - aveva spiegato l’assessore allo Sport, Luciano D’Agostino -: «Bisogna metterli in condizione di poterla fare in strutture ed impianti adeguati. Per questo siamo impegnati da tempo nella manutenzione e nel miglioramento delle strutture sportive cittadine». Importanti interventi sono stati ultimati la scorsa estate al Beila, con la realizzazione di un nuovo campo da calcio, mentre un analogo potenziamento ha interessato - sempre nell’anno che si è chiuso - gli arredi delle palestre comunali. «La riqualificazione dell’area sportiva ex Valeo è una tappa fondamentale che preserva e valorizza un sito appartenente alla storia dello sport cittadino».r.p.g.
 

Twitter

 

banner-coalvi858x172.jpg