MENU

LANGA

La dottoressa Arianna Giraudi: «Le mascherine che distribuiamo? Un regalo per il paese»

Intervista alla farmacista che ha donato il materiale con cui Roberta Raffreddato ha realizzato i dispositivi di protezione

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
La dottoressa Arianna Giraudi: «Le mascherine che distribuiamo? Un regalo per il paese»

Alcune mezze dozzine di uova, tre panetti di burro, una crostata fatta in casa. Questi sono solo alcuni dei regali ricevuti dalla dottoressa Arianna Giraudi da quando la sua farmacia si è messa a distribuire gratuitamente le mascherine realizzate da Roberta Raffreddato. Così alcuni fariglianesi hanno voluto ringraziare chi, in un momento difficile per via dell’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus, ha pensato bene di fare qualcosa per il paese. Un bel gesto considerando che oggi questi dispositivi di protezione, benché non utilizzabili negli ospedali in quanto sprovvisti di filtro, certificazione e marchio Ce, non sono facilmente reperibili.

Da un paio di settimane la farmacia sta distribuendo mascherine a titolo gratuito: com’è nata l’iniziativa?

«Tutto è partito quando Roberta Raffreddato, una signora di Piozzo originaria di Farigliano che non fa la sarta di professione ma cuce per passione, mi ha detto di voler realizzare mascherine da regalare al paese. A quel punto le ho detto: “Benissimo, allora ti fornisco la materia prima, cioè le traverse per i letti. Io metto il materiale, tu la manodopera e così ce la facciamo a fare qualcosa per il paese”».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl