MENU

LANGA

L’amministrazione di Carrù tende la mano alle attività: non farà pagare la Tari nel periodo di lockdown

Tra le misure che saranno introdotte anche l’azzeramento del canone per le occupazioni di spazi e aree pubbliche

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
L’amministrazione di Carrù tende la mano alle attività: non farà pagare la Tari nel periodo di lockdown

“È necessario che il Comune di Carrù dia una mano a chi è stato costretto a chiudere per decreto perché credo molto nella valenza pubblica delle attività commerciali che permettono di mantenere vivo il paese: saranno proprio queste attività le protagoniste della rinascita di Carrù quando la tragedia che oggi stiamo vivendo sarà finita”. Con queste parole Stefania Ieriti, sindaco di Carrù, ieri sera ha annunciato una serie di azioni in favore di tutte quelle attività (bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie, birrerie, ecc…) chiuse da tempo. «Oltre ad approvare i riaccertamenti in vista del prossimo consuntivo - afferma il primo cittadino - lunedì in Giunta abbiamo fatto alcune valutazioni per aiuti alle partite Iva rimaste chiuse: dati più dettagliati circa l’entità di questi aiuti li forniremo nei prossimi giorni».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl