MENU

LANGA

Farigliano: in epoca di Covid nella Libera Contea di Naviante si omaggiano Tenco e Pavese

Dal 14 al 16 agosto c’è la “Festa di San Rocco”

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Farigliano: in epoca di Covid nella Libera Contea di Naviante si omaggiano Tenco e Pavese

Il Coronavirus non ferma la “Festa di San Rocco” organizzata dal Circolo Arci “La Società” guidato dal regista Remo Schellino. Tre le serate, tutte a ingresso gratuito e contingentato (prenotazioni obbligatorie telefonando al 335/5389881), in programma nella Libera Contea di Naviante dal 14 al 16 agosto. Nella prima, quella di venerdì 14 alle 21,15, sarà proiettato “Il tempo tra le mani”, documentario del 2020 con cui Schellino e Carlo Conterno hanno raccontato Farigliano e la sua gente attraverso i racconti dei testimoni e gli scatti del compianto Gino Voena.

Molto interessante la seconda serata, quella di sabato 15 alle 21,15, che vedrà gli attori Orlando Manfredi e Luca Occelli omaggiare due grandi della canzone e della narrativa come Luigi Tenco e Cesare Pavese nel recital-concerto prodotto da Santibriganti Teatro di Torino dal titolo  “Un posto per volare, opera lieve per Tenco e Pavese”. «Il recital concerto - spiegano gli organizzatori - è una creazione originale: le scene si intrecciano attraverso il racconto, il canto, la musica, la poesia, in una fitta alternanza di serrati dialoghi, partiture verbali, monologhi intimisti, canzoni e narrazioni teatrali, all’insegna di una leggerezza e di una originalità di lettura, che rimettono al centro la vitalità di due traiettorie artistiche e umane tra le più incisive del Novecento. Oltre ad appassionarsi, a commuoversi e a ridere della vicenda del “Nostro”, il pubblico scopre che Tenco e Pavese hanno davvero molto in comune. Pensiamo alla semplicità della loro voce poetica, alla parola scabra, diretta, coraggiosamente semplice ma mai banale. Pensiamo all’attitudine esistenzialista della loro indagine. Pensiamo al difficile impegno nel mondo e, infine, alla considerazione postuma davvero popolare della loro opera e della loro figura: sono lo scrittore e il cantautore di tutti e di un tempo che fu».

Già sold-out la terza e ultima serata, quella di domenica 16 alle 21,30 (nella stessa giornata, alle 9, messa nella cappella di Naviante): protagonisti Padre Filip, Luca il chierichetto e Padre Iork che porteranno in scena la “½ ora canonica”. «Saremo a Naviante - dicono i tre cabarettisti -, proprio li, nel cortile di Remo e saremo quelli che solitamente siamo: Padre Filip, padre Iork e Luca il chierichetto. Canteremo, suoneremo, scherzeremo: tutto a Naviante». 

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl