MENU

LANGA

Il comandante della Polizia Locale Violino ai saluti: «A Carrù stavo bene, ho scelto di trasferirmi per provare un’esperienza nuova»

Intervista al 44enne beinettese che da giovedì guida la stazione di Limone

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Il comandante della Polizia Locale Germano Violino ai saluti: «A Carrù stavo benissimo, ho scelto di trasferirmi per provare un’esperienza lavorativa nuova»

- Soltanto nei prossimi giorni sapremo chi prenderà il suo posto alla guida della stazione della Polizia Locale di Carrù (non il commissario Paolo Chiaramello, primo della graduatoria, a cui il Comune di Bene Vagienna non ha concesso il nullaosta ndr). Stiamo parlando del commissario Germano Violino che, dopo aver prestato per l’ultima volta servizio nella “Porta dla Langa” nella giornata di mercoledì 30 settembre, da giovedì  1 ottobre è al comando della stazione di Limone. All’indomani dall’inizio di questa nuova avventura abbiamo contattato il 44enne beinettese per conoscere le ragioni alla base della decisione di chiedere il trasferimento dopo soli tre anni e mezzo.

Commissario Violino, come mai la scelta di trasferirsi a Limone Piemonte?

«Mi piaceva l’idea di lavorare in un bel comune turistico, una stazione sciistica famosa che, per chi come me ama lo sci e la montagna, ha un fascino particolare. Limone, tra l’altro, è uno dei pochi posti dove è presente un nucleo sciatori della Polizia Locale: dovrei entrare a farci parte non appena supererò l’esame».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl