MENU

LANGA

Giuseppe Chionetti: «A Bastia il Tanaro ha coperto di fango le mie coltivazioni»

Intervista a uno dei tanti agricoltori danneggiati dall’esondazione

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Giuseppe Chionetti: «A Bastia il Tanaro ha coperto di fango le mie coltivazioni»

Si discute animatamente venerdì mattina in località Braia mentre sono in corso le operazioni per liberare la strada dal fango. A colloquio con il sindaco Paolo Crosetti e il vice sindaco Giuseppina Vivalda anche Giuseppe Chionetti, proprietario di terreni agricoli invasi dalle acque del Tanaro nella notte tra il 2 e il 3 ottobre, a cui abbiamo fatto alcune domande a una settimana dall’alluvione.

Giuseppe Chionetti, pur essendo in pensione possiede terreni che si trovano non molto lontani dal fiume: che danni lamenta?

«Delle trenta giornate di terreno di mia proprietà una se l’è mangiata il Tanaro. Su altri campi, invece, si è depositato uno strato di fango che va tolto, altrimenti lì non nasce più niente…».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl