MENU

LANGA

Il morozzese Luciano Aimo nuovo comandante della Polizia Locale di Carrù: «Contento di iniziare»

Intervista al vigile che si occuperà anche di Commercio e Attività Produttive

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Il morozzese Luciano Aimo nuovo comandante della Polizia Locale di Carrù: «Contento di iniziare»

Il beinettese “Jimmy” Violino è migrato in altri lidi. A prendere il suo posto alla guida del Corpo di Polizia Locale di Carrù, dopo la rinuncia di Paolo Chiaramello, è stato l’ispettore Luciano Claudio Aimo, ex dipendente del Comune di Beinette, con un recente passato da responsabile del servizio di Polizia Locale. 

Ispettore Aimo, da un mese lavora nel Comune di Carrù: ci racconta il suo stato d’animo?

«Sono davvero contento di questa avventura in un Comune che frequento da una vita e con cui in passato avevo già collaborato nei giorni della Fiera. Tra l’altro conoscevo già il territorio, i rappresentanti del Corpo Intercomunale di Polizia Locale del Carrucese e so quanto siano brave le colleghe Franca Fenu e Stefania Tomatis».

Lei è di Morozzo: come mai ha scelto di venire a lavorare nella “Porta dla Langa”?

«Avevo bisogno di nuovi stimoli. Così ho colto l’opportunità che mi si è presentata in una bella realtà come Carrù dove hanno lavorato amici come Franco Manera e Germano Violino che hanno lasciato un bel ricordo: spero di essere all’altezza!».

Ha avuto modo di conoscere il nuovo sindaco Nicola Schellino: che ruolo ha avuto nella sua decisione di accettare la proposta in arrivo da Carrù?

«Ho conosciuto Nicola Schellino con molto piacere e ci siamo trovati subito in sintonia. Mi ha fatto davvero un’ottima impressione: devo ammettere che tutto questo, per me che non conosco nessuno, ha avuto un suo peso nella scelta di venire. Mi ha chiesto di occuparmi anche di commercio e attività produttive e ho accettato di buon grado».

Negli ultimi anni era in Comune a Beinette: le mancherà?

«È un dispiacere andare via da Beinette, un paese che mi ha dato tanto e in cui conosco tutti. Preferivo, però, rientrare nel mio vecchio ruolo».

Lei è stato anche assessore e consigliere comunale a Morozzo: un’esperienza positiva?

«Sono stato cinque anni assessore del Comune di Morozzo a Commercio, Viabilità e Sicurezza con Rossaro e cinque anni consigliere con Fissore: una bella ma impegnativa esperienza a servizio del paese che, per mancanza di tempo, non ho potuto proseguire».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl