MENU

LANGA

Limitare i premi assegnati a ogni allevatore in Fiera: la proposta della minoranza fa discutere il consiglio comunale di Carrù

Contrario il sindaco Schellino: «È contro il principio stesso di uguaglianza»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Limitare i premi assegnati a ogni allevatore in Fiera: la proposta della minoranza fa discutere il consiglio comunale di Carrù

Per il capogruppo della minoranza Francesco Rocca sarebbe importante per difendere i piccoli e medi allevatori, per il sindaco andrebbe contro il principio stesso di uguaglianza. Stiamo parlando della proposta avanzata lunedì sera in consiglio comunale dal gruppo di opposizione che, attraverso una delle due interrogazioni presentate, ha chiesto al primo cittadino se non fosse giusto porre un tetto ai premi che ogni anno si possono assegnare a ciascun allevatore presente con i suoi capi alla Fiera del Bue Grasso di Carrù. «Il fatto che un grande allevatore con tanti animali si sia portato a casa ben 7 premi - ha spiegato Rocca - mi ha fatto riflettere: non sarebbe giusto porre un limite ai premi?». «Mettere un tetto - ha replicato Nicola Schellino - vorrebbe dire impedire il riconoscimento di un premio ad un capo di bestiame che lo meriterebbe. Sentire che non sia giusta la disuguaglianza tra un allevatore e un altro in termini di riconoscimento di premi mi fa pensare a certe dottrine politiche secondo cui la diseguaglianza economica non sia giusta e che l’autorità statale dovrebbe intervenire istituendo un tetto massimo di ricchezza: una cosa che non condivido».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl