MENU

LANGA

Dogliani, Nadia Bruno: «Ad un anno dal covid faccio ancora incubi orribili, vaccinatevi!»

Intervista ad una ex malata “invisibile” che nei giorni scorsi ha voluto lanciare un appello on-line

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Dogliani, Nadia Bruno: «Ad un anno dal covid faccio ancora incubi orribili, vaccinatevi!»

Aveva fatto discutere un anno fa la vicenda della doglianese Nadia Bruno, a lungo malata “invisibile” in quanto, nonostante i sintomi, non le venne subito diagnosticata un’infezione da Covid-19 (emersa solo grazie al test sierologico). Oggi la donna, collaboratrice scolastica alle Elementari del Borgo Aragno a Mondovì, può dirsi guarita. Dentro di lei però ci sono ancora i segni della malattia: per questo ha lanciato un appello sulla pagina Facebook “Sei di Dogliani se…”.  “Esattamente un anno fa - ha scritto - iniziavo ad avere i primi violenti sintomi del covid. Dopo un anno faccio un bilancio della mia vita: tutte le sere faccio incubi orribili che mi fanno svegliare, dormo all’incirca 4 ore per notte, io che non ho mai avuto problemi d’insonnia... I miei polmoni sono debilitati e non ritorneranno mai più come prima ma sono viva e questa è l’unica cosa che importa! Sulla base di ciò che ho vissuto e vivo ancora vi consiglio di vaccinarvi perché il 60% di copertura significa avere possibilità di non contagiarsi o di prendere il virus in forma leggera. La vita è un dono prezioso di cui dobbiamo avere cura!”.

Nadia Bruno, un anno fa i primi sintomi del covid: come sta oggi?

«Adesso sto meglio in quanto molti problemi fisici legati alla malattia (dolori, vescicole, ecc…) nel corso dei mesi li ho pian piano risolti. Purtroppo...».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl