MENU

LANGA

I giochi di strada tra cui i Birilli di Farigliano candidati al Registro delle buone pratiche Unesco

Il Ministro della Cultura Franceschini: «Superata la pandemia torneremo a giocare nelle piazze»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Il Ministro della Cultura Franceschini: «Superata la pandemia torneremo a giocare nelle piazze»

L’Italia porterà i giochi di strada tra cui le Bije di Farigliano all’esame del Comitato intergovernativo per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale Unesco. L’ufficialità è arrivata mercoledì quando il Consiglio Direttivo della “Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco” riunitosi on-line, ha approvato la candidatura del “Tocatì”, il Festival Internazionale dei Giochi in Strada di Verona, al “Registro delle buone pratiche Unesco”. «La candidatura - ha commentato il Ministro della Cultura Dario Franceschini - è davvero una bella notizia che ci fa ben sperare nel futuro. I giochi antichi sono pratiche radicate nella vita delle comunità che migliorano la coesione sociale. Superato il deserto della pandemia torneremo a giocare nelle strade e nelle piazze delle nostre città».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl