MENU

LANGA

«Non è che siamo a Carrù dove si fa il bestiame e il bollito», Chiambretti cita la “Porta dla Langa” a “Tiki Taka”

All’inizio della puntata del talk-show andata in onda lunedì scorso in terza serata su Italia 1

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
«Non è che siamo a Carrù dove si fa il bestiame e il bollito», Chiambretti cita la “Porta dla Langa” a “Tiki Taka”

L'angelo custode di Chiambretti

Ai carrucesi appassionati di calcio (e non solo!) avrà fatto sicuramente piacere che Piero Chiambretti abbia citato il nome del loro paese su Italia 1. È successo all’inizio della puntata del 15 marzo (vista da 485.000 spettatori con il 7,18% di share) di “Tiki Taka, la repubblica del pallone”, il talk-show di approfondimento dedicato alla Serie A e alle coppe europee in onda ogni lunedì alle 23,40. «Questa trasmissione è una “giungla” perché vengo attaccato continuamente. Ho dovuto pensare a una contromossa: in un primo momento ho pensato direttamente ad un bodyguard ma sono contro la violenza. Quando qualcuno incomincerà ad attaccarmi mi appellerò a qualcosa di “alto”, di “altissimo”: al mio “angelo custode”», ha detto il “Pierino nazionale” prima di far entrare in studio una bionda modella con due ali da angelo che si è concessa una breve sfilata in mezzo agli ospiti. Inevitabili gli apprezzamenti da parte dei presenti. (...). A questo punto il conduttore di provata fede granata, con la consueta ironia, ha cercato di innalzare il livello della discussione: «Non è che stiamo guardando la bellezza, non è che siamo a Carrù dove si fa il bestiame e il bollito…».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl