MENU

LANGA

Filiera della carne bovina di razza Piemontese, la Lega chiede interventi mirati per sostenerla

I vertici dell'Anaborapi hanno partecipato on-line all'audizione nella commissione agricoltura del Senato

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Filiera della carne bovina di razza Piemontese, la Lega chiede interventi mirati per sostenerla

La filiera della carne bovina di razza Piemontese, come segnalato oggi pomeriggio dal presidente Renato Giordano e dal direttore Andrea Quaglino dell’Anaborapi di Carrù durante la loro prima audizione nella commissione agricoltura del Senato, ha subito un forte rallentamento. Si tratta di un comparto di 4.300 allevamenti e da 600 milioni di euro l’anno che, sostengono i senatori della Lega in commissione agricoltura, “va sostenuto con interventi mirati”. “Nel caso di specie - dichiarano in una nota stampa il capogruppo Giorgio Maria Bergesio con il presidente di commissione Gianpaolo Vallardi ed i colleghi Gianfranco Rufa, Rosellina Sbrana e Cristiano Zuliani - occorre rivedere il sistema dei premi accoppiati per le vacche nutrici, dare il giusto risalto alle qualità salutistiche delle carni italiane informando il consumatore della qualità del prodotto e contemporaneamente promuovendone l’utilizzo nei bandi pubblici di ristorazione collettiva. Sostenere questa come le tante altre filiere agroalimentari del Made in Italy significa investire in quelle eccellenze che il mondo ci invidia e che dobbiamo valorizzare”.

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl