MENU

LANGA

Dogliani risparmia grazie all’impiego di una sola squadra di portantini al cimitero

L’amministrazione ha messo mano alla gestione del camposanto ora affidata alla società “Heaven”

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Dogliani: l’impiego di una sola squadra di portantini al cimitero si tradurrà in risparmi per i cittadini

Il 15 gennaio la gestione del cimitero di Dogliani, opera di grande pregio architettonico e artistico grazie all’ingresso monumentale di Giovanni Battista Schellino, è stata affidata alla società “Heaven” di Jerry Bracco. A trovare questa nuova soluzione, nel momento in cui è giunto a scadenza il vecchio appalto affidato al Calso, è stata l’amministrazione comunale, in collaborazione con l’ufficio Ragioneria. «Per un discorso di riorganizzazione economica - spiega il capogruppo di maggioranza Antonio Bosio - abbiamo esaminato anche le tariffe mortuarie e la gestione dei portantini. Nel precedente affidamento a Calso venivano utilizzate due squadre diverse di portantini, una impiegata dall’impresa funebre e l'altra per l’ingresso della salma in cimitero. Siamo riusciti, con impegno e caparbietà, a trovare una soluzione che permetta l’utilizzo di una sola squadra, con un risparmio economico non da poco che ci ha dato la possibilità di razionalizzare tutte le altre tariffe cimiteriali aggiornandole ai costi/ricavi. Si tratta di una revisione necessaria e utile che, fatto importante, consente un risparmio per i cittadini rispetto alle precedenti tariffe».

Dopo essere intervenuta sulla sua gestione, l’amministrazione punta a rendere il cimitero sempre più curato, accessibile ed esteticamente gradevole. «Stiamo valutando - aggiunge Bosio - la sostituzione delle siepi sempreverdi interne al cimitero, le quali negli ultimi anni sono state aggredite da parassiti e dall’edera, in molti punti sono seccate o si sono estese troppo allargandosi e rendendo il passaggio troppo stretto. L’intervento potrà essere programmato a tappe, nelle varie zone, iniziando dall'entrata cimiteriale che è il punto di maggior passaggio. Il reimpianto non sarà immediato poiché il terreno avrà bisogno di riposo».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl