MENU

LANGA

Carrù, Pippo Bessone: «Con Astrid ho voluto rendere omaggio al mondo dei giostrai»

All’indomani della pubblicazione, tre domande all’autore del racconto che ha ispirato l’opera di Valerio Berruti

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Carrù, Pippo Bessone: «Con Astrid ho voluto rendere omaggio al mondo dei giostrai»

Una giostrina con, al posto dei cavalli, tanti passerotti simbolo di speranza. Questa la magica opera dell’artista albese Valerio Berruti esposta alla Reggia di Venaria da cui sono derivate anche un’animazione impreziosita dalle musiche del grande musicista Ludovico Einaudi. Ad ispirare “La Giostra di Nina” un racconto di Pippo Bessone, “Astrid la giostraia”, che è stato appena pubblicato da Golem Edizioni con le illustrazioni di Daniele Guolo. Domenica pomeriggio il suo autore ha svestito per una volta i panni dell’irresistibile Padre Filip per presentare il volume al Salone del Libro di Torino.

Pippo Bessone, ci racconta qualcosa di questo libro?

«“Astrid la giostraia” è un meraviglioso oggetto. Non lo definirei “libro” ma un racconto illustrato egregiamente che si legge in una sera. Bisogna sempre tener presente che qui in provincia si compra “a peso”: se un libro è spesso vale i soldi spesi, altrimenti… no!».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl