MENU

LANGA

Carrù: il Comune rinuncia ai 988.300 euro ottenuti per mettere in sicurezza l’argine del Tanaro alla Reculata

Il sindaco Nicola Schellino: «Decisione dolorosa ma non avrebbe avuto senso prolungarlo senza rialzarlo»

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Carrù: il Comune rinuncia ai 988.300 euro ottenuti per mettere in sicurezza l’argine del Tanaro alla Reculata

Durante il consiglio comunale del 25 febbraio 2021 il sindaco di Carrù Nicola Schellino diede la notizia dell’ottenimento dei 988.300 euro necessari per mettere in sicurezza l’argine del Tanaro in frazione Reculata. Forse già giovedì, a più di un anno dall’annuncio, l’ente comunicherà ufficialmente al Ministero dell’Interno la decisione di rinunciare al finanziamento. «Come ho ripetuto più volte nei mesi scorsi - spiega il primo cittadino - a noi andava bene il prolungamento dell’argine sinistro del Tanaro ma solo a condizione che ci fosse anche il sopralzo. Qualora fosse stato prolungato ma non rialzato avremmo corso il rischio di ritrovarci la frazione “a mollo”...».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl