MENU

LANGA

Carrù, Maurizio Cavarero: «Gli Amis dij Ronch sono un “affare di famiglia”»

Tre domande al nuovo presidente dell’associazione

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Carrù, Maurizio Cavarero: «Gli Amis dij Ronch sono un “affare di famiglia”»

All’incontro in Comune con le associazioni di mercoledì scorso c’era anche il nuovo presidente dell’associazione “Amis dij Ronch”. Il 36enne Maurizio Cavarero, presente in Sala Consiliare assieme alla vicepresidente Luisa Cavarero, ha preso il posto di suo zio Aldo Cavarero (per ben 15 anni presidente). Il passaggio di testimone è avvenuto durante la riunione per il rinnovo del direttivo di lunedì 4 aprile che ha sancito l’uscita di scena di Marina Marenco e Romana Comino e l’entrata dei Cavarero e di Roberto Borra (nuovo segretario).

Maurizio Cavarero, con che spirito hai preso in mano le redini dell’associazione?

«Con spirito di sopravvivenza! A parte gli scherzi cercherò di portare avanti le iniziative che vengono organizzate dagli “Amis”. Nell’associazione hanno operato mio nonno, mio zio e mio papà: diciamo che gli “Amis dij Ronch sono… un “affare di famiglia”! I Ronchi, poi, sono la mia borgata: è normale che ci tenga particolarmente».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl