MENU

LANGA

Dopo 23 anni il “sindaco alpino” Francesco Rocca è di nuovo primo cittadino di Bastia Mondovì

Steve Giusti (“Per Bastia”) e Roberto Brognano (“Partito Gay”) hanno raccolto soltanto 10 voti a testa

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Dopo 23 anni il “sindaco alpino” Francesco Rocca è di nuovo primo cittadino di Bastia Mondovì

Nel periodo post l’alluvione del ’94 era stato capace di azioni clamorose come piantare una tenda in strada o impegnare la sua abitazione per ottenere in prestito le risorse necessarie a costruire un guado con cui collegare le borgate. Dopo 23 anni l’alpino Francesco Rocca, già primo cittadino di Bastia dal ‘90 al ‘99, torna a guidare il paese in cui è nato. La sua rielezione, considerando il fatto che gli sfidanti erano due candidati “esterni” come il cuneese Steve Giusti e il torinese trapiantato a Villafranca d’Asti Roberto Brognano, era scontata. Prima di celebrare il ritorno dell’ex assessore provinciale sulla poltrona di sindaco, però, bisognava aspettare l’esito degli scrutini che è arrivato lunedì pomeriggio. Netto, come era prevedibile, il divario tra Rocca e gli altri due “competitor”: se il 68enne “sindaco-alpino” a capo della lista “Insieme per Bastia” ha ottenuto il 93,3% dei consensi (332 voti), il rappresentante della lista “Per Bastia Mondovì, Giusti sindaco, l’alternativa” e quello del “Partito Gay Lgbt+ Solidale, Ambientalista, Liberale” si sono entrambi fermati al 3,35% (10 voti).

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl