MENU

LANGA

Le modelle “per gioco” di Alessandra Botto sono diventate “muse flowers”

Continua il progetto con protagoniste donne di Farigliano, Cigliè, Dogliani, Mondovì e Trinità

CONDIVI QUESTA NOTIZIA:
Le modelle “per gioco” di Alessandra Botto sono diventate “muse flowers”

Erano state immortalate in abiti country prima di festeggiare la fine del progetto indossando eleganti completini neri. Quest’anno, dopo essersi cinte il capo di coloratissimi fiori, le “muse” di Alessandra “Alex” Botto si sono fatte ritrarre in mezzo alla lavanda della Valle Mongia con un outfit “total white”. «Ho voluto usare la fotografia - commenta l’ideatrice del progetto - per creare un momento di unione tra le persone. Ero partita con l’idea di organizzare una mostra fotografica ma poi, a causa dell’emergenza Covid, sono stata costretta a lasciare perdere. Alle ragazze, però, era rimasta la voglia di ripetere l’esperienza. Così ho chiesto loro di posare singolarmente con una corona formata da quei fiori (di verbena, di borragine, ecc…) che si possono trovare nei campi. Hanno risposto con un entusiasmo davvero contagioso...».

Ulteriori informazioni sull'edizione cartacea

Edicola digitale

Sfoglia

Abbonati

le più lette

LE ALTRE NOTIZIE

Powered by Gmde srl